Copywriting e UI Design. Come scrivere testi per il web.

da | Giu 4, 2021 | MyWebBlog

Avere testi di qualità è fondamentale per il design di un’interfaccia efficace. I componenti testuali e visuali si supportano a vicenda creando l’esperienza utente di un prodotto. Molte persone associano il copywriting per il web solo al testo principale della pagina; come nei blog o nelle pagine di prodotto ad esempio. In realtà c’è molto di più.

Scopri tutto sul copywriting per le interfacce utente, in questa guida rapida e semplice.

Cosa significa UI Copywriting?

In articoli precedenti, abbiamo già parlato del rapporto tra testi e design. In breve: il copywriting per siti web e applicazioni prevede la creazione di contenuti di testo. Ogni parola è parte del layout della pagina ed ha un ruolo specifico nell’esperienza utente di un prodotto digitale.

Il copywriting efficace migliora l’usabilità delle app e dei siti Web e incoraggia le persone a interagire con l’interfaccia. Per creare testi appropriati per l’interfaccia utente, i designers devono possedere competenze e conoscenze aggiuntive. Nella maggior parte dei casi, potrebbe essere utile coinvolgere un copywriter professionista o un copywriter tecnico, nel processo creativo, per massimizzare velocità e produttività.

Testi informativi

Titoli (headings)

Un titolo è una parola o una frase che rappresentano l’argomento di una sezione del sito, dell’app o di una pagina. Di solito è utilizzato un corpo carattere grande ed in grassetto, solitamente è la prima cosa che gli utenti vedono. I titoli enfatizzano il messaggio di una intera pagina. Un buon titolo dovrebbe essere accattivante, interessante e abbastanza breve in modo da poter attirare l’attenzione degli utenti e comunicare velocemente. Alcune ricerche hanno mostrato come la lunghezza perfetta per un titolo è di 6-7 parole.

Sottotitoli (sub-headings)

I sottotitoli sono parole o frasi brevi che aiutano gli utenti a scansionare rapidamente il testo di una pagina o di una schermata. Mentre i titoli forniscono solo un riepilogo del tema o del messaggio dell’intera pagina, i sottotitoli mettono in evidenza i punti principali in sezioni di testo separate.

Per creare una gerarchia visiva efficiente, i designer di solito scelgono caratteri più piccoli per i sottotitoli rispetto ai titoli. Tuttavia, i sottotitoli dovrebbero essere più grandi del resto del testo, per consentire una scansione rapida.

Testo del corpo della pagina (body copy)

Il testo del corpo di pagina è solitamente utilizzato per descrizioni o ulteriori informazioni. Tradizionalmente, il testo utilizzato per il corpo di pagina è piccolo rispetto a titoli e sottotitoli, in ambito digitale la grandezza in pixels varia da 14px a 16px.

Non esiste un’opinione unificata sulla lunghezza migliore per il body copy. Alcuni esperti di marketing dei contenuti affermano che un lungo testo sia più informativo e credibile, mentre altri dichiarano che testi brevi sono più efficaci poiché gli utenti non hanno voglia di leggere troppo. Ovviamente, per ottenere la massima efficienza, è bene conoscere il proprio pubblico e variare la lunghezza in base al target di destinazione.

Gli utenti sono persone diverse, hanno diverse preferenze, obiettivi e desideri. Testi lunghi o brevi possono avere pro e contro ed ognuno può essere appropriato a seconda del target di un prodotto e dei suoi obiettivi di conversione.

Landing pages e applicazioni mobili normalmente utilizzano testi brevi: i loro utenti di solito hanno bisogno di contenuti concisi e altamente informativi. Inoltre, le interfacce mobili hanno una quantità limitata di spazio, quindi un testo lungo non avrà un bell’aspetto e richiederà uno spazio aggiuntivo per la lettura completa. Testi lunghi invece, sono perfetti per i prodotti di un e-commerce, forniscono agli utenti informazioni complesse su argomenti specifici e presentano i nuovi prodotti che necessitano di un supporto informativo aggiuntivo.

Testi interattivi

Didascalie per le immagini (Captions)

La didascalia è un breve testo sotto un’immagine che ne descrive il contenuto. Nelle interfacce web i caratteri sono generalmente piccoli e spesso in corsivo, e nelle interfacce mobili, le dimensioni dei caratteri dipendono dalla dimensione di un’immagine.

Una didascalia efficace deve contenere dati accurati che aiutino gli utenti a capire cosa vedono. È importante che le didascalie forniscano informazioni utili, quindi non dovrebbero descrivere ovvietà che gli utenti possono dedurre guardando la foto. Il tono della didascalia deve essere scelto in base al pubblico di destinazione e all’intero contenuto della pagina. Se applichi immagini di terze parti o che necessitano di citazione, dovresti includere crediti e links nella didascalia.

Pulsanti e CTA (Call to Action)

Il testo dei pulsanti CTA dovrebbe descrivere con una o due parole gli effetti del clic; ad esempio: “iscriviti”, “scarica”, “acquista ora” ecc… Questi microtesti CTA devono catturare rapidamente l’attenzione degli utenti e guidarli all’azione immediata.

Per creare un CTA efficace, devi mantenere il numero di parole al minimo, di solito non più di 1-2 parole. Poche parole scelte in modo appropriato funzionano molto più velocemente di una lunga frase descrittiva.

Un CTA dovrebbe risaltare tra gli altri componenti del layout, per cui, quando possibile, il contrasto elevato è necessario. Colori e dimensioni sono molto importanti e possono rendere facilmente evidenti i tuoi CTA ed aumentarne la leggibilità.

Notifiche (Push notifications)

Le notifiche sono brevi messaggi che mirano a informare le persone su aggiornamenti o su altre attività che avvengono su un sito oppure in un’applicazione. Funzionano come promemoria e aiutano a mantenere gli utenti coinvolti.

Le notifiche devono essere create in modo da poter migliorare l’esperienza utente e non infastidire. I messaggi di notifica dovrebbero contenere solo informazioni importanti. Ti consiglio di mantenere i messaggi brevi e chiari. Ricerche di UX, sul comportamento degli utenti, hanno dimostrato che le notifiche con meno di 25 caratteri funzionano molto meglio di quelle con testi lunghi. Ricorda inoltre che il tono del messaggio ha un grosso impatto sulla percezione che le persone hanno di un prodotto o di un brand.

Errori

Gli errori sono una parte inevitabile di qualsiasi prodotto digitale. Nel caso in cui si verifichino condizioni impreviste è fondamentale fornire agli utenti le informazioni che li aiutino a capire come gestire il problema.

Un messaggio di errore è un breve testo che avvisa l’utente quando qualcosa va storto. Un messaggio di errore dovrebbe essere chiaro e utile in modo che gli utenti possano definire il problema e cosa fare al riguardo. Il messaggio di errore deve essere educato e amichevole, deve tranquillizzare l’utente riguardo alla situazione e fornire indicazioni su come procedere. Un po’ di umorismo potrebbe addirittura aiutare gli utenti a sentirsi più rilassati e migliorare l’esperienza utente di un prodotto. Tuttavia, attenzione ad aggiungere battute particolari perché potrebbero risultare inappropriate o venire fraintese in certe situazioni.

Per aumentare l’efficacia dei messaggi di errore, i designers dovrebbero pensare al loro posizionamento. È bene posizionare il testo di un messaggio di errore vicino all’elemento dell’interfaccia utente a cui è correlato.

Onboarding, guide e tutorials

I tutorial di onboarding vengono spesso utilizzati per applicazioni mobili e prodotti digitali particolari come software specifici. I tutorial vengono mostrati agli utenti che aprono l’applicazione per la prima volta, aiutandoli ad orientarsi all’interno delle funzionalità e a prendere confidenza con l’interfaccia. L’onboarding è una grande opportunità per aumentare il coinvolgimento e l’interazione degli utenti con il prodotto.

I tutorial di onboarding di solito contengono brevi testi, chiari e descrittivi dei vantaggi e della funzionalità del prodotto. Il compito principale del testo di onboarding efficace è coinvolgere gli utenti e non annoiarli. Ecco perché i tutorial di solito utilizzano testi minimalisti e concisi con pochi suggerimenti chiave ed informazioni che non sono ovvie per gli utenti principianti.

Testi del menu di navigazione (Navigation)

Il menu di navigazione è un componente di base di qualsiasi applicazione, sito web o prodotto digitale. Consente l’interazione con le funzioni di un prodotto tramite collegamenti, pulsanti e menu a discesa. I menu possono variare in base al posizionamento (menu laterali, menu di intestazione, menu a piè di pagina, ecc.).

Anche se esistono diversi tipi di menu, ognuno di essi richiede elementi di testo. Il testo di un menu di solito include una parola per ogni azione. Ad esempio, può essere presentato come un elenco di comandi composto da verbi come “invia”, “salva” o “scarica” che contrassegnano determinate azioni disponibili in un prodotto. Inoltre, il menu può collegare diverse pagine, schermate e sezioni del prodotto. In questo caso, il testo includerà nomi per contrassegnare la destinazione del collegamento. Come sempre, la scelta del tipo di menu e del testo dovrebbe essere basata sulle specifiche delle preferenze e delle aspettative del pubblico di destinazione.

Suggerimenti rapidi (Tooltips)

I suggerimenti rapidi possono essere definiti come etichette con suggerimenti di testo che vengono visualizzati quando un utente passa il mouse sopra o tocca un elemento dell’interfaccia utente. Il loro compito è identificare i componenti interattivi in un’interfaccia utente fornendo brevi informazioni sulla loro funzione.

Il testo dei suggerimenti viene spesso creato in forma imperativa facendola sembrare più un’istruzione che un messaggio. La ricerca mostra che i suggerimenti brevi funzionano meglio, quindi consiglio di mantenere il numero di caratteri inferiore a 150. Se il tuo messaggio non può essere ridotto, meglio dividerlo in diverse etichette.

Email auto generate

Le e-mail generate automaticamente sono un tipo di messaggi di notifica che informano gli utenti sull’attività in un prodotto. Ad esempio, ricordano di attivare un account o mostrano i progressi in un’app.

Le email auto generate possono essere suddivise in diversi tipi. Per prima cosa, ci sono le email di attivazione che servono a verificare l’indirizzo email fornito dall’utente durante la registrazione. Queste e-mail di solito consistono in un breve testo di benvenuto e un collegamento che manda gli utenti al loro nuovo account. Una volta che gli utenti creano l’account, dovrebbero ricevere un messaggio di ringraziamento per la verifica ed un link alla procedura di onboarding.

Le notifiche di sicurezza e di modifica dell’account sono essenziali per qualsiasi tipo di prodotto. È fondamentale che gli utenti sappiano che i loro dati personali sono al sicuro. Fornire aggiornamenti sull’attività nell’account, come la modifica di una password o accessi da dispositivi sconosciuti, aiuta a proteggere gli account degli utenti.

Esistono diverse condizioni per la creazione di testi efficaci per e-mail di questo tipo. Prima di tutto, i titoli devono essere interessanti e chiari in modo che gli utenti non perdano i messaggi. L’e-mail dovrebbe spiegare chiaramente lo scopo del messaggio e cosa devono fare gli utenti al riguardo. Il testo dovrebbe essere personalizzato, ad esempio utilizzando il nome dell’utente, per far capire agli utenti che l’email è direttamente indirizzata a loro. Infine, il tono del messaggio deve essere basato sui risultati della ricerca e profilazione degli utenti.

Conclusioni

Il testo svolge un ruolo significativo nel flusso delle interazioni con l’interfaccia utente. Ecco perché è importante analizzare ogni singolo paragrafo e scriverlo in maniera adeguata al concetto generale del design utilizzato e dell’esperienza utente desiderata.


Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con l’Agenzia Strictlydata. Specializzata in Design di Prodotti digitali, siti web, e-commerce, SEO e Marketing Digitale. Per maggiori informazioni visitate il sito https://www.strictlydata.it

REGISTRATI PER ESSERE AGGIORNATO OGNI SETTIMANA SUI NUOVI CONTENUTI!

Leggi gli Altri Articoli